Guida e fibromialgia. Cosa dovresti tenere a mente

Guidare con fibromialgia
Lo stress è un fattore scatenante per molte condizioni e la fibromialgia è una di queste. Lo stress è un comune focolai di trigger, e la guida è un fattore di stress che può causare i sintomi della fibromialgia, soprattutto se si rimane bloccati nel traffico rende difficile per tornare a casa o andare al lavoro sul tempo. Oltre a essere stressante, guidare richiede di sedersi in una posizione e muoversi in modi che possono peggiorare il dolore.

Treni, autobus e taxi sono opzioni in molte città, ma il trasporto pubblico ha le sue tensioni e non è disponibile ovunque. Molte persone con fibromialgia non possono camminare o andare in bicicletta molto lontano senza dolore, e non è sempre facile da guidare.

Di conseguenza, potresti non essere in grado di evitare la guida, soprattutto se lavori. Fortunatamente, ci sono alcune cose che puoi fare per affrontare meglio situazioni di guida stressanti.

I rischi della guida con fibromialgia Dolore
aumentato: stare seduti nella stessa posizione per periodi di tempo prolungati può causare dolore e disagio. Non consente un’adeguata circolazione del sangue e sedersi in un punto può danneggiare i nervi delle gambe e causare più dolore.
Eccessiva stimolazione: qualsiasi tipo di sovrastimolazione che si verifica a causa della velocità di auto, rumore, traffico intenso e altri stimoli sensoriali visivi e uditivi può aggiungere stress al paziente con fibromialgia.
Fibro Nebbia: la nebbia fibrosa oi problemi cognitivi associati alla fibromialgia possono rendere difficile prestare attenzione alla strada. Questo può rendere pericoloso stare al volante non solo per te ma anche per gli altri piloti.
Cose che puoi fare per aiutare
Se hai bisogno di guidare, puoi apportare alcune modifiche, migliorare la tua esperienza e ottenere un’esperienza di guida più sicura.

Buona notte e sonno
È fondamentale dormire bene la notte prima di guidare, in modo da non essere esausti il ​​giorno successivo. Questo aiuterà ad evitare la sonnolenza, che può causare un problema di sicurezza per te e per gli altri.

Se ti accorgi di essere estremamente stanco, vedi se puoi portare qualcun altro a guidare per te. Chiedete al vostro medico circa l’assunzione di farmaci per aiutarvi a dormire o provare l’integratore di melatonina per una migliore notte di riposo.

Pianifica il tuo percorso
Scopri dove stai andando e pianifica il tuo percorso in anticipo. Dovrai trovare il percorso meno probabile che abbia traffico o ostacoli come la costruzione.

Se hai il GPS, usalo, poiché elimina parte dello stress di dover ricordare dove stai andando. Inoltre, ci sono applicazioni per il tuo telefono in grado di dirti quale traffico appare sulle strade principali e le autostrade interstatali in modo da evitare gli ingorghi.

Assicurati di essere comodo
Assicurati che il tuo posto sia il più confortevole possibile e che la postura sia corretta durante la guida. Cerca di sederti dritto come faresti su una scrivania. Potrebbe essere necessario regolare il sedile e gli specchi per ottenere ciò. Se ti senti ancora a disagio dopo le regolazioni, prova un poggiatesta diverso o usa un cuscino o un supporto per la schiena.

Fare delle pause
Se guidi per un lungo periodo di tempo, fai delle pause regolari per uscire e allungarti, e riposare gli occhi e il cervello per un po ‘.

Prendi in considerazione le alternative
Se scopri che guidare causa troppo dolore o diventa troppo disorientato durante la guida, cerca alternative di trasporto. Se lo si desidera, è possibile organizzare un viaggio condiviso per andare al lavoro, calcolare la frequenza con la quale si può pagare per un taxi o, se si ha troppo da fare, prendere in considerazione uno scooter di mobilità.

Se non hai voglia di guidare, non farlo. La tua sicurezza e quella di tutti gli altri sulla strada è molto più importante che raggiungere la tua destinazione.
Fibro Daily Resources (Guida con fibromialgia)

EXOS (5 modi per rendere più sano il tuo viaggio quotidiano)

Referenciahttps: //www.ushealthmag.co/driving-and-fibromyalgia-what-you-should-be-ware-of/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *