Ruolo degli antiossidanti nel trattamento della fibromialgia.

La ricerca su diversi parametri nella fibromialgia indica che ci sono una moltitudine di fattori coinvolti nei cambiamenti funzionali che portano alla sindrome. Certamente, è noto che gli integratori antiossidanti sono utili in molte malattie, ma in questo momento non è chiaro se ci sia qualche beneficio per i pazienti con fibromialgia.

La fibromialgia (FM) è una forma di reumatismo non articolare caratterizzato da dolore muscoloscheletrico cronico generalizzato. Sebbene alcuni studi abbiano studiato il possibile ruolo dello stress ossidativo nella fisiopatologia della FM, nessuno ha analizzato un numero significativo di marcatori ossidativi negli stessi pazienti.

Stress ossidativo nella fibromialgia

Un’altra area che sta guadagnando un crescente interesse è il ruolo dello stress ossidativo nell’insorgenza e nella progressione della fibromialgia e dei suoi sintomi correlati. Lo stress ossidativo è una condizione complessa caratterizzata dal rilascio di prodotti altamente instabili chiamati radicali liberi.

Esistono molti tipi di radicali liberi. Man mano che digeriamo il nostro cibo, il nostro corpo forma radicali liberi. Quando siamo esposti all’inquinamento, alle radiazioni, al fumo di sigaretta e agli erbicidi, per citarne alcuni, acquisiamo più radicali liberi. Ogni cellula produce decine di migliaia di questi. I radicali liberi danneggiano le cellule e possono giocare un ruolo nelle malattie cardiache, nel cancro e in altre malattie.

I radicali liberi sono considerati instabili perché mancano di un elettrone; Questo dà loro la possibilità di interrompere la normale funzione cellulare. Ottieni un vantaggio rispetto ai radicali liberi quando usi antiossidanti naturali per rafforzare il tuo corpo contro l’avanzamento della fibromialgia.

I nutrienti presenti negli alimenti naturali accelerano la guarigione del tuo corpo. Una cosa che può essere affermata con certezza, dopo essere stata confermata da numerosi studi, è che la fibromialgia è caratterizzata da alti livelli di stress ossidativo che provocano disfunzione mitocondriale. È stato confermato che i pazienti con fibromialgia hanno una anormale frammentazione del DNA e cambiamenti nel numero e nella dimensione dei mitocondri nel loro tessuto muscolare.

La ricerca mostra che il trattamento per la fibromialgia dovrebbe concentrarsi sull’inversione del DNA dannoso dallo stress ossidativo acuto e dai mitocondri che producono energia e nel ripristino del bilancio redox, che può essere ottenuto solo attraverso le terapie di ottimizzazione del glutatione.

Lo stress ossidativo è un processo che si verifica costantemente all’interno del corpo, ma i nostri corpi si sono evoluti per limitare i livelli di questi “ossidanti reattivi” e il danno che essi infliggono. Enzimi specifici, come la superossido dismutasi e la glutatione perossidasi, agiscono direttamente per inattivare questi prodotti potenzialmente dannosi.

Tuttavia, il consumo di antiossidanti nella dieta fornisce anche un efficace meccanismo di difesa donando un elettrone al radicale libero, rendendolo innocuo ed eliminandolo dalla circolazione. Gli antiossidanti, tuttavia, impediscono che queste reazioni dannose abbiano luogo. È stato suggerito da studi che la fibromialgia è in realtà il risultato del danno cellulare causato dai radicali liberi, il che significa che gli antiossidanti sono molto importanti per i pazienti con fibrosi.

Antiossidanti per la fibromialgia.

I problemi sorgono quando la fornitura di superossido dismutasi e glutatione perossidasi del corpo è esaurita, o se la dieta contiene bassi livelli di antiossidanti. Ci sono molti modi per sfruttare gli antiossidanti. Il modo migliore è attraverso cibo e integratori.

L’acido alfa lipoico è una sostanza chimica simile alla vitamina che è probabilmente meglio descritta come antiossidante. Come probabilmente avete sentito, gli antiossidanti sono noti per ridurre o eliminare i “radicali liberi”. Tuttavia, ALA non è solo un antiossidante: è considerato un antiossidante molto speciale per diversi motivi.

In primo luogo, mentre la maggior parte degli antiossidanti sono solubili in grasso o acqua (rendendoli meno efficaci o più difficili da decomporre nel corpo, in determinate condizioni), l’ALA è efficace sia nell’acqua che nei tessuti grassi.

In secondo luogo, aumenta la quantità di un altro antiossidante che è cruciale per i pazienti con fibromialgia chiamato glutatione. L’ALA è eccellente anche per prevenire danni ai mitocondri, la “potenza” della cellula. La distruzione dei mitocondri gioca un ruolo importante nella fatica cronica e nel dolore, da quando i mitocondri sono danneggiati; È più difficile per il tuo corpo convertire il cibo in energia. Livelli aumentati di superossido dismutasi e glutatione perossidasi all’interno del corpo possono aiutare in modo significativo a difendersi dagli effetti dannosi dello stress ossidativo.

L’asparago contiene più glutatione di qualsiasi altro cibo comune, ma in generale è difficile aumentare i livelli di superossido dismutasi e glutatione perossidasi per consumo diretto. Il glutatione è una piccola proteina composta da tre aminoacidi, cisteina, acido glutammico e glicina; La quantità di cisteina nel corpo può determinare la quantità di glutatione che il corpo può produrre.

L’acido ascorbico è una vitamina solubile in acqua presente agrumi e succhi, cavoli, peperoni, broccoli, spinaci, pomodori, cavoli, guava, melone, kiwi, papaia e fragole. È importante nella formazione del collagene, una proteina che dà struttura alle ossa, alla cartilagine, ai muscoli e ai vasi sanguigni.

La vitamina C aiuta anche l’assorbimento del ferro e aiuta a mantenere i capillari, le ossa e i denti. Pertanto, il consumo di alimenti con un elevato contenuto di cisteina può essere un modo indiretto per garantire il mantenimento dei livelli di glutatione. La cisteina si trova in una varietà di cibi che includono maiale, pollo, yogurt, tuorli d’uovo, peperoni rossi, aglio, cipolle e broccoli. L’acido grasso omega-6 sotto forma di AA può essere trovato principalmente in carni non organiche (organi in particolare) e altri alimenti di origine animale.

La nostra elevata assunzione di cereali e oli ricchi di LA, insieme al nostro basso consumo di acidi grassi omega-3, ha portato ad un aumento generale dell’AA nelle nostre membrane cellulari. Il beta-carotene è un precursore della vitamina A. È presente nel fegato, tuorlo d’uovo, latte, burro, spinaci, carote, zucca, broccoli, patate dolci, pomodori, meloni, pesche e i grani. Il beta-carotene è uno dei carotenoidi più conosciuti, la colorazione delle nostre verdure arancioni e gialle. Questo antiossidante combatte il danno causato dai radicali liberi.

Non sorprende che molti pazienti affetti da fibromialgia traggano beneficio dall’assunzione di olio di pesce, una fonte unica di EPA e GLA. Inoltre, garantire che le riserve di antiossidanti e i precursori degli enzimi detossificanti del corpo siano tenuti sotto controllo può avere un impatto significativo su molti dei sintomi associati alla sindrome fibromialgica.

referenze:

Squilibrio tra ossidanti e antiossidanti trovati nei pazienti con fibromialgia attraverso
antiossidanti della salute pro per fibromialgia vua. Salute quotidiana
Come acido alfa lipoico aiuta fibromialgia dolore attraverso la guarigione delle fibro
I benefici del controllo dello stress ossidativo nella sindrome di fibromialgia attraverso Igennus
trattamento per la fibromialgia: il collegamento di glutatione attraverso Immune Health Science. .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *